Nido kataifi al tartufo


Uova e tartufo, serve altro?! Generalmente no, ma ho voluto provare a stupire i miei ospiti con dei nidi di pasta Kataifi per dare una maggior croccantezza al piatto.

Ingredienti per 4 persone

4 uova

1 confezione di pancetta a dadini

20 asparagi

100 g di pasta kataifi

tartufo


Srotolate la pasta kataifi e avvolgetela attorno a due dita. Lavoratela in modo da formare un nido e sistematela all’interno degli stampi in silicone.

Infornate a 200 °C per circa 12 minuti (o fino a quando non saranno ben dorati).

Tagliate gli asparagi a dadini e cuoceteli in padella con un filo d’olio e la pancetta. Lasciate gli asparagi leggermente croccanti e salate solo a fine cottura se necessario.

Aprite l’uovo in una schiumarola e fate scolare la parte più acquosa.

In un pentolino portate l’acqua a bollore e spegnete subito il fuoco. Immergete la schiumarola nell’acqua e lasciate l’uovo immerso fino a quando la parte bianca risulterà cotta (cica 3-4 minuti).

Togliete la schiumarola dalla pentola e aiutandovi con un cucchiaio staccate l’uovo. Se non mangiate subito il piatto immergete l’uovo qualche secondo nell’acqua fredda in modo da bloccare la cottura ed evitare che il rosso diventi solido.

Impiattamento: mettete sul fondo del piatto gli asparagi e posizionateci sopra al centro il nido di pasta kataifi. Prendete l’uovo e sistematelo al centro del nido. Pepate, salate leggermente e a vostro gradimento aggiungete del tartufo.

Buon appetito.